lunedì 6 febbraio 2012

Come ottenere, scaricare e catturare il divino Arceus in Pokemon Bianco e Nero

Nel settembre 2010, i giocatori giapponesi avevano avuto occasione di votare su internet il pokemon che più avrebbero voluto poter scaricare sulle loro cartucce Pokemon Nero e Pokemon Bianco, e l'esito, largamente prevedibile, era stato il #493, il "dio" Arceus della quarta generazione, altrimenti inottenibile. La distribuzione di Arceus nel paese natale dei Pokemon si è svolta al 5 novembre 2010 al 31 gennaio 2011, mentre il resto del mondo ha dovuto attendere che il sondaggio venisse svolto sul sito ufficiale occidentale e, una volta decretato lo stesso vincitore, che arrivasse il primo febbraio 2012. 
Da qualche giorno, infatti, è possibile connettersi al sito del Pokemon Global Link, accedere con il proprio account (chi ne è privo se lo può creare velocemente e gratuitamente) e selezionare la voce Partecipa alle iniziative, dove va inserita la password ARCEUSVOTE. Un Arceus a livello 100, dotato delle mosse Ripresa, Iper Raggio, Ultimocanto e Giudizio e con natura e IV casuali, verrà legato all'account dell'utente. 
Prima di tutto è necessario caricare sul Global Link un pokemon qualunque dalla propria partita: per farlo bisogna premere Online e poi Sincrogioco sul touch screen del DS, DSi o 3DS, naturalmente avendo a disposizione una connessione wireless a internet. Poi occorre entrare, sempre via browser dal Global Link, nel Pokemon Dream World, giocarvi come di consueto (si coltivano bacche e si mettono in offerta quelle rare ai giocatori in visita, si accede all'Isola dei sogni dove si disputano partite ai vari minigiochi per stringere amicizia con pokemon rari o dotati di abilità alternative, ecc) e infine, all'uscita (tasto in alto a destra e voce "Prepara il pokemon al risveglio"), si conferma la ricezione di Arceus oltre a quella degli eventuali nuovi amici. 
Bisogna poi tornare alla propria partita in Pokemon Bianco o Nero e avviare il download di Arceus e dell'altro bottino raccolto nel Dream World. Una volta fatto, è necessario pigiare la sezione Wireless del touch screen e accedere all'Intramondo, nella cui foresta, alla terza radura verso nord, si troverà Arceus. É possibile catturare il dio creatore di tutti i pokemon con una banalissima PokeBall oppure gli si può concedere qualcosa di meglio (come la Chic Ball - ma non sprecate inutilmente una Master Ball, la cattura è comunque assicurata!), non ha importanza. 
Se siete dei giocatori "hardcore" abbiate l'accortezza di salvare la partita prima di entrare nell'Intramondo, così potrete catturare Arceus, controllarne natura e IV (dal tizio coi capelli blu nella Stazione Ruotadentata di Sciroccopoli) ed eventualmente riavviare il gioco per tentare di ottenerne uno migliore. Arceus ha l'abilità Multitipo, che trasforma il suo tipo e quello del suo attacco  speciale Giudizio in quello della Lastra che gli viene assegnata (Lastrarogo --> Fuoco, Lastramente --> Psico, ecc): divertitevi a cercare la combinazione di tipo e mosse più efficace!
Dopo Arceus, ottenibile fino al primo maggio di quest'anno, spero che prima o poi quei lumaconi della Nintendo/GameFreak inizino a distribuire anche Meloetta, Keldeo e Genosect, i tre pokemon inottenibili della quinta generazione, quella appunto di Bianco e Nero. I due giochi hanno debuttato nel settembre 2010 in Giappone e nel marzo 2011 in Occidente, e in tutti questi mesi ancora non è stata avviata la distribuzione online dei tre leggendari latitanti.

Lor

2 commenti:

Anonimo ha detto...

come catturare entei in pokèmon bianco

Lorenzo Valle ha detto...

Entei, Raikou e Suicune (oltretutto in versione brillante e con mosse speciali) erano stati regalati via wi-fi nel febbraio 2011 ai possessori di Platino, Heart Gold e Soul Silver, e trasferendoli poi in Bianco o Nero si sarebbe potuto sbloccare un incontro con Zoroark, come Celebi avrebbe sbloccato Zorua. Non è possibile catturare Entei né gli altri due in Bianco o Nero, l'unico modo è trasferirli da cartucce precedenti o farseli passare da un altro giocatore.

Posta un commento

Posta un commento