mercoledì 15 febbraio 2012

Grammy Awards 2012: I vincitori che non ti aspetti (o forse sì?)

In un’America scioccata dalla recentissima scomparsa della cantante Whitney Houston, il 12 febbraio si sono svolti i Grammy Awards, arrivati alla cinquantaquattresima edizione.

Gli Oscar della musica di quest’anno che valutano i dischi messi in vendita tra il 1° ottobre 2010 e il 30 settembre 2011 hanno visto come protagonisti Adele, i Foo Fighters e Kanye West, per un totale di 15 statuette in tre. Ne ha vinte 6 solo Adele che a 24 anni ancora da compiere entra di diritto nell’olimpo delle cantanti eguagliando il record di Beyoncé del 2010. Contando anche i due vinti nel 2009 si è portata a quota otto, niente male come inizio carriera! Adele ha così conquistato le statuette per miglior album e record dell’anno (21), miglior canzone e miglior video (Rolling in the Deep), e miglior performance (Someone Like You).
I Foo Fighters hanno invece conquistato tutto quello che si poteva in ambito rock (5 Grammies), battendo artisti del calibro dei Coldplay nelle categorie miglior album, canzone e performance rock grazie al loro ultimo album Wasting Light e ai due singoli Walk e White Limo. Stessa sorte è toccata a Kanye West (4) dove è stata premiata la sua capacità di evolversi come scrittore e cantante rapper nel suo My Beautiful Dark Twisted Fantasy grazie anche al numero incredibilmente alto di collaborazioni di qualità al suo interno.
I Grammy 2012 tuttavia non sono stati soltanto elenchi di vincitori e vinti, ma anche grandi e toccanti performance. Sul palco dello Staples Center di Los Angeles si sono potuti ammirare i cantanti più in voga del momento. Rihanna e i Coldplay hanno, finalmente, mostrato dal vivo la loro creatura Princess of China; Bruce Springsteen ha cantato il suo nuovo singolo We Take Care of Our Own; si è esibito Paul McCartney e si sono riuniti per la serata i Beach Boys che festeggiavano i cinquant’anni dal loro debutto. Non sono mancate le dediche alle scomparse Etta James, Amy Winehouse e Whitney Houston con I Will Always Love You cantata da una commovente Jennifer Hudson.


Ricapitolando, i delusi della serata, con zero statuette, non possono che essere stati Katy Perry, Lady Gaga, i Coldplay che però il prossimo anno torneranno alla carica con Mylo Xyloto, e David Guetta, battuto dal giovane Dj Skrillex. Ai Lady Antebellum è andato il premio come miglior album country (Own The Night) mentre il miglior duo pop è stato assegnato a Tony Bennett e la scomparsa Amy Winehouse con Body and Soul. Bon Iver è stato giudicato come miglior nuovo artista, Chris Brown ha ricevuto il premio come miglior album R&B (F.A.M.E.) mentre Cee Lo Green e Taylor Swift come miglior canzone e performance R&B (Fool For You) e country (Mean). Contenti o delusi, gli artisti hanno un anno di tempo per rifarsi o bissare il successo di quest’anno: arrivederci ai Grammy Awards 2013!

Lares

1 commento:

Ghost3fano ha detto...

Sul fatto che Bon Iver abbia vinto quel premio sono nate tantissime polemiche, che a loro volta hanno generato meme divertentissimi! XD

Posta un commento