mercoledì 4 maggio 2011

Intervista a Karim Musa, alias Yotobi!


Qualche giorno fa, ho avuto la fortuna di intervistare una delle più famose web-celebrity italiane, lo Youtuber Karim Musa, in arte Yotobi (qui il canale Youtube, Universal Squallor). Ne è nata una piacevole chiacchierata che riportiamo qui, in esclusiva per Vasi Comunicanti!

Partiamo dalle basi: chi sei?
Mi chiamo Karim, ho ventidue anni e sono uno youtuber: mi diverto a mettere video online in cui, con il nome di Yotobi, recensisco film talmente squallidi (quando non decisamente brutti) da diventare terribilmente divertenti

Yotobi è un nickname interessante, ma anche il nome Karim non è tra i più comuni: da cosa derivano?
(Ride) Beh, Yotobi vuole essere una sorta di ‘orientalizzazione’ di ‘Youtube’, mentre Karim, il mio vero nome, lo devo a mio padre, di origini arabe.

Come è nato il “fenomeno” Yotobi?
Tutto è cominciato quando ho visto un film il cui titolo è tutto un programma: Violent Shit 3, talmente brutto che fu impossibile finire di vederlo. Lo recensirò a breve. Quando riuscii a finirlo, mi resi conto che era talmente assurdo da risultare esilarante, quindi ho iniziato a cercare altri film con un livello di squallore simile.
Ho iniziato a postare qualche recensione su Youtube, che nessuno leggeva, poi, forse grazie alla diffusione di Facebook, le visualizzazioni sono aumentate e, dopo la recensione del ‘capolavoro’ Primal Park, realizzata con l’aiuto di un altro youtuber, Daniele Doesn’t Matter, ho finalmente trovato la strada per condividere

con altri questa mia passione. E strappare, si spera, qualche sorriso.


Karim e Yotobi vanno d’accordo?
Sì: da quando il canale ha preso piede, ho conosciuto una marea di nuove persone, youtubers e non, finendo per l’essere ‘assalito’ al centro commerciale Le Gru, durante un’anteprima del Torino Comics, da una inaspettata quantità di fan, tra cui alcune cosplayers molto succinte. Per una volta, l’assenza della mia ragazza non è stata sofferta (ride). Ha avuto modo, grazie alla trasmissione Social King, in onda su Rai 2, di conoscere i Nirkiop, youtubers anche loro, con i quali ho collaborato. Certo, qualche inconveniente c’è stato…

In particolare?
Ricordo di aver letto su un forum di un ragazzo che ha scritto, dopo avermi visto per la strada, cito testualmente, “non so come ho fatto a non mettergli le mani addosso”. Ammetto di essermi un po’ spaventato, voglio dire, non posso piacere a tutti ma non credo di fare nulla di male. Di solito, chi mi incontra resta un po’ deluso da come mi muovo e da come parlo, ma almeno lontano dalla webcam cerco di comportarmi normalmente.


Cosa fai nel tempo libero?
Escludendo le ore passate a cercare e guardare film squallidi, leggo molto, libri e fumetti, e ho un grande amore per i videogiochi. Tra i fumetti mi piacciono Batman, Spider-Man (almeno fino a quando gli autori non hanno deciso di stuprare gli ultimi vent’anni di storie con un bel colpo di spugna), Superman, Spawn e gli Ultimates, ma amo in particolar modo i manga: sono sempre alla ricerca di storie nuove, cosa che mi rende, uhm, una sorta di “prostituta dei numeri 1”. Per quanto riguarda i videogiochi mi piace un po’ di tutto, eccezion fatta per gli strategici. Mi piacciono molto i giochi vecchi, e i giochi di auto non convenzionali. Quelli un po’ tamarri, per intenderci. Oltre
ai film amo anche i telefilm, ma per questo vi rimando al mio canale, e allo speciale su Lost. La miglior serie di sempre.

Hai parlato di cinema, film e videogiochi, tre elementi che spesso si intrecciano…
Trovo che sia un qualcosa di positivo, soprattutto per quanto riguarda le trasposizioni da fumetto a film: gli ultimi film della Marvel, da Iron Man a Hulk, sono divertenti e ben fatti, mentre quelli della DC comics… chiunque abbia visto Il Cavaliere Oscuro può capire quanto pathos trasmettano.
Sono anche felice del ritorno del cinema agli anni ’70 e ’80, ad esempio con l’A-Team, perché permette a noi ‘giovani’ di riscoprire serie grandiose. Un fenomeno interessante è quello dei videogiochi-film, come L.A. Noire, Fahrenheit e Heavy Rain, stupendi.

Qualche indiscrezione sul futuro di Yotobi?
Avevo preso parte al progetto per una webserie, Skypocalipse, con altri due Youtubers, Victorslazo88 e Matioski, ma l’ho abbandonato per una serie di divergenze artistiche. Gli auguro tutto il bene possibile e li seguirò come spettatore, ma lascerò la serie già dalla seconda puntata.
Presto, poi, ci sarà una sorpresa per i miei fan…

Non fare il misterioso.
Non posso dire molto, ma sarà una bella sorpresa, anche se piccola. E diciamo che sarà una sorpresa… da edicola.

Grazie per il tempo che ci hai concesso!
Grazie a voi… e appuntamento alla prossima recensione!
L'inviato di VC Alberto con Yotobi
Falco_Nero87

7 commenti:

porrau ha detto...

un complimenti all'intervistatore e all'intervistato!!!!

Fabrizio Spina ha detto...

Sei grande Yotobi! hai un sacco di gente che crede in te,non dar ascolto a chi ti critica perchè sono ignoranti! continua cosi e il mito di Yotobi continuerà a crescere!

Anonimo ha detto...

Yotobi è un grande!!!

Anonimo ha detto...

Non credevo che Yotobi avesse padre arabo!!!!>SHOCK!!!< Proprio non ne ha l'aspetto... probabilmente si tratterà di un arabo di origine europoide tipo berbero, turco o iraniano (o forse QUELLO non è il VERO NOME DI YOTOBI, ma uno dei suoi millemila trucchi per depistare tutti... credo che non ci sarebbe da sorprendersi se fosse davvero così).

Anonimo ha detto...

grande yotobi ^^

Anonimo ha detto...

Yotobi è il mio preferito!!

Anonimo ha detto...

porcaddio

Posta un commento